0003s

A Tokyo ancora un successo di pubblico straordinario!

6.11.2015

Lo scorso 28 ottobre il Consorzio Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale ha presentato alla Spiral Hall a Tokyo, “La nostra pelle non mente, non teme di mostrare i segni lasciati in eredità dal tempo”

Al seminario informativo hanno partecipato circa 250 operatori del settore, mostrando un grande interesse per gli interventi  che hanno caratterizzato questa conferenza di approfondimento sulla pelle conciata al vegetale.

Dopo il saluto di Pierluigi Trombetta, primo consigliere commerciale dell’Ambasciata Italiana a Tokyo, e di  Aristide Martellini,  direttore ICE di Tokyo,  gli interventi del Presidente Simone Remi e del Consigliere Paolo Quagli.

Il primo ha tracciato la storia del distretto conciario toscano dalla metà del settecento alla seconda guerra mondiale.

“Il bottale, inventato nel 1892 da due conciatori italiani, i fratelli Durio, sostituiva le fosse per la concia lenta, occupava minor spazio, riduceva drasticamente i tempi di lavorazione: si poteva passare dagli otto mesi richiesti per la concia in fossa a 48 ore per la concia in bottale.”

“….la storia di Santa Croce sull’Arno e Ponte a Egola, delle pelli e del cuoio, della gente e del territorio, sarà intimamente connessa con le sorti della conceria. In quegli anni del secondo dopoguerra si posero le basi per un modello di sviluppo ancora una volta tipicamente locale che, fra stagnazioni, recessioni e congiunture favorevoli, porterà ad un sistema economico incentrato sulla piccola industria conciaria e le attività collaterali concentrate in distretto, il Comprensorio del Cuoio Toscano.”

Il secondo ha delineato un quadro del distretto conciario oggi, affrontando i temi della sostenibilità ambientale e sociale e dell’etica di prodotto.

Questi siamo noi, i conciatori toscani.
Spesso i clienti ci dicono cha siamo cari, ma noi non abbiamo intenzione di combattere nella battaglia dei prezzi, perché questo inevitabilmente vorrebbe dire tagliare costi di produzione a discapito del prodotto o dell’etica di produzione. Preferiamo continuare a combattere la battaglia della qualità e dei principi etici di produzione.”

Il pubblico giapponese ha ancora una volta confermato grande interesse per i temi proposti dal Consorzio Vera Pelle Conciata al Vegetale in Toscana.

alcune foto dell’evento

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

invia

Ho letto e accetto le condizioni di privacy.

Menu